william kentridge mosaico stazione metro toledo napoli
Città d'Arte

Lo straordinario mosaico “romano” di William Kentridge a Napoli

Ferrovia Centrale per la città di Napoli, 1906 (Naples Procession) è il titolo del mosaico in pietra e pasta vitrea di William Kentridge che adorna l’atrio della stazione di Toledo della metropolitana di Napoli.

Il titolo può stupire ma proprio sullo sfondo del mosaico sono riprodotti parti del progetto per la ferrovia metropolitana di Napoli progettata nel 1906. E infamosaico kentridge stazione toledo napolitti nel mosaico la troverete citata espressamente con le scritte “Ferrovia Centrale” e “Città di Napoli”.

Realizzata nel 2012, l’opera trae ispirazione dalla storia e dalla cultura della città che la ospita. Questo non solo in termini di rappresentazione ma a partire dalla tecnica scelta.

Il Mosaico di Kentridge per Toledo: mix di antico e moderno

mosaico william kentridge stazione toledo metropolitana napoliInfatti, la scelta del mosaico vuol richiamare la storia più antica, ovvero quella forma espressiva utilizzata lungo tutto l’arco dell’arte romana ed anche a Pompei e a Ercolano. Anche i colori hanno questa origine. Sono il bianco, il nero, il grigio dei pavimenti a mosaico delle case di queste due antiche città. Non a caso alcuni motivi ricorrenti del mosaico romano sono citati nel “piano di calpestio” della parata di figure rappresentate nel mosaico di William Kentridge.

Diverse figure ci provengono poi dai mosaici di Pompei. E’ il caso del Musico con Cimbali e del Musico con Tamorra (che discende dal Timpano romano). Ma anche l’Uomo con Volatile ripreso da un affresco pompeiano oggi al Museo Archeologico di Napoli.

Anche altre figure sono legate alla tradizione napoletana. Il Venditore di Tammorre e la Figura di Donna tratta da una Ceramica di Capodimonte certamente. Ma mosaico kentridge stazione toledo napolianche, di ispirazione moderna, la Figura dal Mulino di Kounellis. Poi c’è San Gennaro che guida il corteo ed il Vesuvio posto all’inizio del mosaico.

Altre figure sono invece parte dell’iconografia di Kentridge e della sua cultura. E’ il caso della Donna sudafricana che trasporta la brace, l’Uomo megafono, il Mondo su zampe, l’Uomo compasso.

Anche Kentridge si ritrae nel mosaico nella figura “L’artista e il suo doppio”.

Le 16 figure di William Kentridge

mosaico kentridge stazione toledo napoliIn tutto le figure sono sedici (più il Vesuvio). Partendo dalla cima del corteo: San Gennaro, Uomo albero/atlante, Donna con la testa a croce suprematista, Donna lampione dalla Coscienza di Zeno, Donna sudafricana che trasporta la brace (firewalker), Uomo compasso da carteggio, Figura di donna da ceramica di Capodimonte, Personificazione di strumento per rilevazioni geodetiche, Venditore di tammorre, Uomo con volatile da Pompei, L’artista e il suo doppio, Mondo su zampe, Musico con tammorra da Pompei,  Figura dal “Mulino di J.Kounellis”, Uomo con cimbali da Pompei, Uomo megafono.

Nella photogallery, divise in cinque immagini, le figure del mosaico.

Fabrizio Sciarretta

Laureato in Economia alla LUISS e Master in Business Administration della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, Fabrizio Sciarretta ha dedicato i primi anni della sua attività professionale al giornalismo economico. Rientrato dagli Stati Uniti, ha operato per circa un ventennio nella consulenza di organizzazione e direzione aziendale, ricoprendo incarichi di top management in Italia per due multinazionali americane del settore. Ha poi scelto la strada dell’impresa e da alcuni anni è impegnato come imprenditore nel settore della sanità. E’ stato membro dell'esecutivo di ANISAP Lazio e consigliere d’amministrazione di reti e raggruppamenti d’imprese. Lion da sempre, è stato presidente fondatore del Lions Club Roma Quirinale. Nel 2008 ha abbandonato la Capitale in favore della Sabina, e non se ne è pentito affatto.

Leave a Comment