Mostre

Le Ceramiche di Picasso in mostra a Campobasso

L’Intimità del Genio. Le ceramiche di Picasso a Campobasso presso Palazzo Gil racconta le ceramiche e le grafiche di Picasso, con circa 200 opere in mostra. Un Picasso inedito, sorprendente, intimo.

La mostra in arrivo a celebra il più grande artista del ‘900 attraverso opere ceramiche picasso mostra campobassoprovenienti da collezioni private: grafiche, incisioni e ceramiche del fondatore del cubismo, in un’esposizione che forse si può considerare la più prestigiosa che il Molise abbia mai ospitato.

L’esposizione, curata da Stefano Cecchetto con Piernicola Maria Di Iorio, è prodotta dalla Fondazione Molise Cultura con il Patrocinio della Regione Molise e il sostegno di BPER Banca. L’organizzazione è di Arthemisia Group. Il catalogo edito da Pacini Editore.

Le Ceramiche di Picasso in mostra a Campobasso

mostra picasso campobassoL’attività di Picasso come ceramista, disegnatore e come incisore è una delle più importanti della sua carriera, forse perché rappresenta la colonna vertebrale di tutte le altre sfaccettature e di tutte le sue tappe o perché rappresenta come nessun’altra il talento inquieto, tenace e appassionato che lo caratterizzò fino alla sua morte.

La sua mano, quasi come estensione della sua mente, era incapace di stare tranquilla. Così per lui i disegni rappresentavano in molti casi meditazioni di per se, ma anche passi preliminari di dipinti o incisioni. Sulle pagine di un libro, sul giornale, sui tovaglioli o riempiendo le pagine di quaderni, i numerosi disegni nacquero da matite colorate, dagli abissi dell’inchiostro, dei pennelli e della penna. Qualsiasi supporto o strumento poi, persino piatti e vasi, era all’altezza delle sue aspettative al momento di realizzare le sue opere.

Sempre riguardo Pablo Picasso ed il Cubismo, potrebbero interessarti:

Se vuoi vedere una selezione di opere di Pablo Picasso dall’archivio di ArtePiù, clicca Pablo Picasso ArtePiù 

L’Intimità del Genio. Le Ceramiche di Picasso

20 dicembre 2016 al 17 aprile 2017
Palazzo GIL, Via Gorizia
Campobasso

Alessia Gerli

Alessia Gerli ha studiato grafica all'IED di Roma ha esordito occupandosi di editoria nella rivista che ha raccontato la musica negli anni 80 e 90, Ciao 2001. In oltre vent'anni di attività si ė occupata di grafica pubblicitaria a tutto tondo, disegnando loghi e campagne. Appassionata calligrafa e amante dell'arte in tutte le sue diverse espressioni, da sempre ricerca la contaminazione tra questi mondi come fonte di ispirazione per i suoi progetti grafici.

One Comment

Comments are closed.