Mostre

Le dame dei Pollaiolo. Una bottega fiorentina del Rinascimento

La mostra dedicata ai fratelli Antonio e Piero del Pollaiolo al Museo Poldi Pezzoli ha un titolo ad un tempo intrigante e inspirante.

Infatti, il titolo Le dame Piero del Pollaiolo Ritratto femminile Ritratto di dama museo poldi pezzolidei Pollaiolo. Una bottega fiorentina del Rinascimento richiama immediatamente due aspetti: il primo è la difficoltà di attribuzione delle opere esposte all’uno o all’altro dei fratelli Benci, il secondo è l’importanza del concetto di “bottega”, cioè di “scuola” nel nostro Rinascimento.

In fondo, questi due aspetti trovano nel caso de le Dame dei Pollaiolo un perfetto punto d’incontro. Infatti, noi non sappiamo con precisione, soprattutto in due casi, a quale fratello attribuire questi mirabili ritratti di giovani dame ma, viceversa, questo fatto non è granché rilevante. Perché bottega significa connubio, condivisione d’intenti, lavoro in comune. Dunque, chi dei due tra Antonio e Piero del Pollaiolo sia l’autore – in primis del ritratto della “padrona di casa”, la dama che ci ospiterà al Museo Poldi Pezzoli – non è che sia di per sé poi così importante.

I Pollaiolo e il Museo Poldi Pezzoli

Viceversa, per il Museo Poldi Pezzoli la mostra Le dame dei Pollaiolo. Una bottega fiorentina del Rinascimento è una delle più importanti mostre realizzate nella lunga storia ed il sostegno della Fondazione Bracco è stato essenziale a tal fine.

mostra Le dame dei Pollaiolo museo poldi pezzoli milano

Ed è anche un’opportunità particolare: infatti, dal 7 novembre 2014 al 16 febbraio 2015, a Milano, per la prima volta nella loro storia, tutti i quattro bellissimi ritratti femminili riferibili alla mano (o forse sarebbe meglio dire alle mani) di Antonio e di Piero del Pollaiolo, saranno riuniti e messi a confronto. Ciò è stato reso possibile grazie ai prestiti della Gemäldegalerie di Berlino, del Metropolitan Museum of Art di New York e della Galleria degli Uffizi di Firenze.

Protagonista, con quelli delle altre tre signore, il celebre e affascinante Ritratto di dama, fra i maggiori capolavori della ritrattistica fiorentina della seconda metà del Quattrocento e assurto a simbolo stesso del Museo Poldi Pezzoli.

L’esposizione presenterà inoltre una serie di dipinti, sculture, disegni, incisioni, oreficerie e ricami, a testimonianza dell’ampiezza e della complessità del talento di Antonio del Pollaiolo e della sua bottega. Qui il Museo Poldi Pezzoli vuol creare un ponte tra la grande “arte applicata” del nostro Rinascimento ed il presente. Infatti, i temi dell’alto artigianato, dell’eccellenza del made in Italy e del femminile saranno il corollario dell’esposizione, che vuole appassionare un pubblico nazionale e internazionale anche in vista di Expo 2015.

Per la realizzazione della mostra Le dame dei Pollaiolo. Una bottega fiorentina del Rinascimento sono inoltre partner del Museo Poldi Pezzoli: l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, il Museo del Louvre di Parigi, la National Gallery di Londra e il Museo Nazionale del Bargello di Firenze.

Le dame dei Pollaiolo

Una bottega fiorentina del Rinascimento
dal 7 novembre 2014 al 16 febbraio 2015
Museo Poldi Pezzoli
Milano

Fabrizio Sciarretta

Laureato in Economia alla LUISS e Master in Business Administration della Carnegie Mellon University di Pittsburgh, Fabrizio Sciarretta ha dedicato i primi anni della sua attività professionale al giornalismo economico. Rientrato dagli Stati Uniti, ha operato per circa un ventennio nella consulenza di organizzazione e direzione aziendale, ricoprendo incarichi di top management in Italia per due multinazionali americane del settore. Ha poi scelto la strada dell’impresa e da alcuni anni è impegnato come imprenditore nel settore della sanità. E’ stato membro dell'esecutivo di ANISAP Lazio e consigliere d’amministrazione di reti e raggruppamenti d’imprese. Lion da sempre, è stato presidente fondatore del Lions Club Roma Quirinale. Nel 2008 ha abbandonato la Capitale in favore della Sabina, e non se ne è pentito affatto.